Lager di Auschwitz


questo sito fa parte di siti gratis, un gruppo di siti interessanti Siti Gratis

E' praticamente impossibile appurare l'esattezza di tutto il contenuto esposto nel sito, in quanto molte voci hanno molteplici versioni, gli autori del sito hanno deciso di  pubblicare quelle che vengono più sovente riportate nei vari documenti, chiunque trovi una documentazione errata, e può testimoniare in favore di una modifica
è pregato di contattarci, in quanto noi vorremmo riportare i fatti con la massima precisione possibile.

Il Nazismo

Il giovane Hitler

Biografia Hitler

Biografia Hitler 2

La guerra di Hitler

Gli Ebrei soluzione finale

La Morte di Hitler

I gerarchi Nazisti

Albert Speer biografia

Alfred Jodl

Alfred Rosenberg

Arthur Nebe

Arthur Seyß-Inquart

Erich Raeder

Erwin Rommel

Edwin Rommel

Ervin Rommel

Fritz Sauckel

Hans Frank

Heinrich Himmler Biografia

Heinrich Himmler Biografia

Heinrich Himmler Biografia

Heinrich Muller

Herman Goering (Goring)

Herman Göring

Hjalmar Schacht

Joachim Von Ribbentrop

Joseph Goebbels biografia

Julius Streicher 1

Julius Streicher 2

Karl Donitz

Konstantin Von Neurath

Martin Bormann

Reinhard Heydrich

Rudolph Hess

Campi di Lavoro

Dachau lager

Sachsenhausen lager

Flossenbürg lager

Mauthausen lager

Gusen lager

 

Per Non Dimenticare Lager di Auschwitz
Lager di Auschwitz Lager di Auschwitz
Invece i prigionieri ritenuti abili al lavoro erano condotti nei bagni edifici in cui erano spogliati di tutti i loro averi, sia uomini che donne potevano conservare solo un fazzoletto di stoffa, inoltre agli uomini era consentito di tenere la cintura dei pantaloni, quindi passavano nelle mani dei così detti barbieri che in modo sbrigativo li depilavano in tutte le zone del corpo dopo averli bagnati con del disinfettante, quindi gli veniva fatta fare una sbrigativa doccia e gli venivano consegnati una casacca un paio di pantaloni e un paio di zoccoli. Quindi venivano registrati compilando un modulo che conteneva i dati personali e l'indirizzo dei familiari, poi i prigionieri ricevevano un numero in progressione che sarebbe diventato il loro nome nel campo, questo numero veniva anche tatuato sul braccio sinistro del detenuto. Il numero era marcato anche negli indumenti del prigioniero, al numero veniva assegnato un contrassegno particolare che indicava a che razza di categoria di detenuti apparteneva chi lo indossava. Nei primi tempi i detenuti venivano anche fotografati ma poi causa l'impossibilità di reperire il materiale da fotografali tutti, tale pratica venne eseguita solo per i cittadini tedeschi che erano prigionieri nel campo per essere rieducati. I detenuti abili al lavoro erano costretti al lavoro coatto fino allo stremo delle forze per varie industrie tedesche, Nel campo per i detenuti non esistevano i i servizi igienici, non era prevista nessuna assistenza medica, il cibo era scarsissimo e i morti di fame o per epidemie erano all'ordine del giorno. Quando la guerra inizia a prendere una svolta negativa per la Germania e nel novembre del 1944 le forze dell'Armata Rossa sono ormai nelle vicinanze del campo di Auschwitz Heinrich Himmler da l'ordine di fermare gli stermini e distruggere le camere a gas e i forni crematori nel tentativo di mascherare la portata del genocidio. Fino a quel giorno nel campo di sterminio di Auschwitz erano state eliminate oltre un milione e mezzo di persone. Il 27 gennaio 1945 Il campo viene liberato dall'Armata Rossa, vengono trovati ancora in vita 7000 prigionieri. L'ex campo di concentramento di Auschwitz è oggi un luogo dedicato alla memoria delle vittime che lì vennero uccise.
Se qualcuno vuol collaborare inserendo documenti o fatti su questo triste periodo può contattarmi:
Mail MSN messenger:
websiti@hotmail.it
La Germania, dal 1996, il giorno della liberazione di Auschwitz cioè il 27 gennaio è diventata la giornata ufficiale del ricordo delle vittime del nazionalsocialismo; ed anche in Italia la stessa data è ricordata come Giorno della Memoria. Adesso Auschwitz II e i resti delle camere a gas sono aperte al pubblico. Il campo di concentramento di Auschwitz fa parte dei Patrimoni dell'umanità dell'UNESCO.
Lager di Auschwitz
Lager di Auschwitz Lager di Auschwitz

Le stragi dei Nazisti

Castiglione di Sicilia

La strage di Nola

Eccidio di Boves

Strage di Matera

Eccidio di Pietransieri

la rivolta di Lanciano

Monchio,Susano,Costrignano

Eccidio delle Fosse Ardeatine

Strage della Benedicta

Strage di Lipa

Eccidio di Fondotoce

Eccidio di Gubbio

Eccidio della Bettola

Strage di Falzano di Cortona

Eccidio di Civitella

Strage di Cavriglia

Eccidio di Padulivo

Strage di San Polo

Eccidio di Tavolicci

Strage di Piazzale Loreto

Eccidio di Malga Zonta

Massacro di Sant'Anna

Strage di Borgo Ticino

Strage di Marzabotto

Eccidio di Portofino

Fucilazioni di Cravasco

Strage di Pedescala

Campi di Sterminio

Auschwitz 1

Lager di Auschwitz 2

Belzec Campo di sterminio

Belzec

Campo sterminio Chelmno

Campo sterminio Jasenovac

Lager di Majdanek

Maly Trostenets

Campo sterminio Sobibór

Campo sterminio Treblinka

Testimonianze Dirette

Ancora la neve

Gallerie di immagini, alcune sono testimonianza di orrendi fatti che possono anche turbare con la loro visione
Auschwitz i Lager campi di concentramento campo di concentramento campo di sterminio 
campi di sterminio nazisti immagini campi di sterminio campi di sterminio campi nazisti  soldati nazisti
persecuzioni ebrei nazismo e ebrei schiavi ebrei schiavi di Hitler esperimenti medici nazisti 
fosse comuni  crimini nazisti  esecuzione di massa  foto nazismo  simboli nazisti
Index
 
tutte le immagini che trovate nel sito provengono dal web, da siti che non ne rivendicano i diritti,
comunque se qualcuno ne rivendicasse i diritti ci scriva e provvederemo immediatamente a toglierle,
tutte le immagini immesse nei siti dove le abbiamo prese contenevano una documentazione che abbiamo considerato sufficiente per confermarne la veridicità

per non dimenticare

per non dimenticare

contatti

statistiche web

Lager di Auschwitz Per Non Dimenticare i nazisti

Lager nazisti