Ancora la neve


questo sito fa parte di siti gratis, un gruppo di siti interessanti Siti Gratis

E' praticamente impossibile appurare l'esattezza di tutto il contenuto esposto nel sito, in quanto molte voci hanno molteplici versioni, gli autori del sito hanno deciso di  pubblicare quelle che vengono più sovente riportate nei vari documenti, chiunque trovi una documentazione errata, e può testimoniare in favore di una modifica
è pregato di contattarci, in quanto noi vorremmo riportare i fatti con la massima precisione possibile.

Il Nazismo

Il giovane Hitler

Biografia Hitler

Biografia Hitler 2

La guerra di Hitler

Gli Ebrei soluzione finale

La Morte di Hitler

I gerarchi Nazisti

Albert Speer biografia

Alfred Jodl

Alfred Rosenberg

Arthur Nebe

Arthur Seyß-Inquart

Erich Raeder

Erwin Rommel

Edwin Rommel

Ervin Rommel

Fritz Sauckel

Hans Frank

Heinrich Himmler Biografia

Heinrich Himmler Biografia

Heinrich Himmler Biografia

Heinrich Muller

Herman Goering (Goring)

Herman Göring

Hjalmar Schacht

Joachim Von Ribbentrop

Joseph Goebbels biografia

Julius Streicher 1

Julius Streicher 2

Karl Donitz

Konstantin Von Neurath

Martin Bormann

Reinhard Heydrich

Rudolph Hess

Campi di Lavoro

Dachau lager

Sachsenhausen lager

Flossenbürg lager

Mauthausen lager

Gusen lager

 

Ancora la Neve poesia di un sopravissuto
Ancora la Neve poesia di un sopravissuto Ancora la Neve poesia di un sopravissuto
Il 21 novembre 1943, in località Limmari (Valle della Vita) nella frazione Pietransieri di Roccaraso, un plotone di Paracadutisti tedeschi comandati dal capitano George Schulze, perpetrarono sulla inerme popolazione che lì si era rifugiata, e costituita prevalentemente da donne, vecchi e bambini, uno dei più efferati eccidi avvenuti in Italia durante l’ultima Guerra Mondiale. Un eccidio ai più sconosciuto, forse perché non legato a rappresaglia a carico di partigiani. In quel periodo, all’inizio dell’occupazione tedesca, le formazioni partigiane non si erano ancora costituite ed organizzate e comunque in questa zona, non ce n’era traccia. E’ stata questa la ragione perché la Strage dei Limmari è stata poco propagandata? Probabilmente si. Ma i morti non hanno bisogno di pubblicità politica. E’ stata più che sufficiente la concessione della Medaglia d’Oro al V.M.. Vale molto di più il ricordo delle genti locali, che ogni anno la sera precedente la ricorrenza, in una silenziosa processione illuminata dalle fiaccole, salgono dalla Valle della Vita per raggiungere il Sacrario di Pietransieri dove riposano i caduti e dove vengono letti, casolare per casolare, i nomi dei morti trucidati. E’ un momento in cui la commozione dei presenti emerge in un silenzio tombale e ognuno nel suo intimo prega il Signore di vegliare su quei morti. Il giorno successivo si svolge la cerimonia ufficiale. Ugo Del Castello, di Roccaraso, è stato presente la sera della fiaccolata e dopo la lettura dei 128 nomi è tornato a casa commosso e turbato come tutti. Di getto il suo cuore ha dettato la poesia che segue. Il filo conduttore degli avvenimenti di quei giorni si srotola lungo la strada del non ritorno, intriso di smarrimento, di crudeltà, di tristezza, di ferocia e di dolore, ma anche di vita che fortunatamente resta, forse a indicare ai posteri che la vita di quelle sfortunate persone continua vicino al Signore. Chi legge le seguenti parole se è credente può solo pregare, se non crede deve tacere e riflettere.
Se qualcuno vuol collaborare inserendo documenti o fatti su questo triste periodo può contattarmi:
Mail MSN messenger:
websiti@hotmail.it
Ancora la Neve
Perchè dobbiamo lasciare le nostre case, si chiesero. Il “diavolo verde” lo ha ordinato. Ma chi è costui? Rispose ancora gelida la bocca del mitra: E’ la guerra! Andare via! E’ un ordine! Scritto sui muri vetusti dal tempo, sugli alberi privi di foglie, fuoriuscito dalla tromba del banditore, urlato in una lingua incomprensibile: Raus! Raus! Raus! Caricarono qualcosa sulle spalle flesse dalla pena e lasciarono il borgo natio. Il sagrestano come mulo attaccato al carretto li guidava. I bambini in fila come birilli, pronti per cadere; le madri perse nell’oblio del tempo trascorso e grevi sul ventre i neonati; i vecchi contorti sul bastone, le nonne nere ed austere. Fremiti di paura ghiacciati sulla strada che non torna. I padri smarriti nelle macchie, colpevoli di esistere. La vecchia Barbara malata e bruciata. Scesero nella Valle della Vita, ma la vita non era più lì. Gli ultimi respiri, ansimanti dal dolore dentro le masserie umide e fredde. Farina intrisa di lacrime, pane arso al fuoco crepitante nel fosco autunno. La piena mormora idiomi sconosciuti raccolti sulle rive silenziose di odio. Stivali conficcati nell’argilla; elmetti allacciati su teste impazzite; cinturoni minati e legati nell’aquila di ferro; ferri rombanti pronti a colpire. Raus! Raus! Raus! Incomprensibili parole; terrore nel cuore; attaccamento alla terra. Via! Via! Via! No qui! Crepitare di proiettili; schegge stridenti, roventi, conficcate nelle carni e sbrandellate; sangue scorrente gelato dagli urli. Occhi stravolti e rivolti al Signore; mani legate nel vuoto; anime innocenti salite verso il cielo cupo e nero di rabbia. Perchè? Maledetto Shulze! Il Signore pianse. E le sue lacrime come per incanto, prima di toccare terra, si trasformarono in tante stelle piccole e bianche. Ancora la neve! Una coltre pietosa stese il Signore. Benedetto il Signore! Ma c’è una bimba! E’ la vita. Nella valle morta di vite è rimasta una vita. Una giovane vita il Signore sottrasse alla morte: Virginia. Oh! Vergine immacolata come quella neve, veglia su di loro nella Valle della Vita. Eterna.
Ugo Del Castello (Pietransieri, 21 novembre 2007)
Ancora la Neve poesia di un sopravissuto Ancora la Neve poesia di un sopravissuto

Le stragi dei Nazisti

Castiglione di Sicilia

La strage di Nola

Eccidio di Boves

Strage di Matera

Eccidio di Pietransieri

la rivolta di Lanciano

Monchio,Susano,Costrignano

Eccidio delle Fosse Ardeatine

Strage della Benedicta

Strage di Lipa

Eccidio di Fondotoce

Eccidio di Gubbio

Eccidio della Bettola

Strage di Falzano di Cortona

Eccidio di Civitella

Strage di Cavriglia

Eccidio di Padulivo

Strage di San Polo

Eccidio di Tavolicci

Strage di Piazzale Loreto

Eccidio di Malga Zonta

Massacro di Sant'Anna

Strage di Borgo Ticino

Strage di Marzabotto

Eccidio di Portofino

Fucilazioni di Cravasco

Strage di Pedescala

Campi di Sterminio

Auschwitz 1

Lager di Auschwitz 2

Belzec Campo di sterminio

Belzec

Campo sterminio Chelmno

Campo sterminio Jasenovac

Lager di Majdanek

Maly Trostenets

Campo sterminio Sobibór

Campo sterminio Treblinka

Testimonianze Dirette

Ancora la neve

Gallerie di immagini, alcune sono testimonianza di orrendi fatti che possono anche turbare con la loro visione
Auschwitz i Lager campi di concentramento campo di concentramento campo di sterminio 
campi di sterminio nazisti immagini campi di sterminio campi di sterminio campi nazisti  soldati nazisti
persecuzioni ebrei nazismo e ebrei schiavi ebrei schiavi di Hitler esperimenti medici nazisti 
fosse comuni  crimini nazisti  esecuzione di massa  foto nazismo  simboli nazisti
Index
 
tutte le immagini che trovate nel sito provengono dal web, da siti che non ne rivendicano i diritti,
comunque se qualcuno ne rivendicasse i diritti ci scriva e provvederemo immediatamente a toglierle,
tutte le immagini immesse nei siti dove le abbiamo prese contenevano una documentazione che abbiamo considerato sufficiente per confermarne la veridicità

per non dimenticare

per non dimenticare

contatti

statistiche web

Ancora la neve Per Non Dimenticare i nazisti